venerdì 13 aprile 2012

Quasi quasi faccio business (di Antonio Maurizio Gaetani)

In un paese con la più alta tassazione del mondo, con la burocrazia che assilla e la recessione economica in atto, è necessario essere creativi. La creatività però non vuol sempre dire inventare qualcosa di assolutamente innovativo, talvolta è sufficiente rimodellare un business che già c’è.
Questo è quanto persone come me fanno quotidianamente conto terzi o per se stessi. Innovare, inventare, creare è oggi sempre più difficile. Quando si pensa ad una nuova attività di business sono molteplici gli aspetti da tenere in considerazione. In primo luogo si deve compiere una bella indagine di mercato che consideri fattori favorevoli e contrari all’attività, siano essi interni o esterni. E’ pertanto necessario verificare se ci sia o meno una domanda, se la domanda può essere soddisfatta e a quali costi, se la logistica, il costo di produzione, il costo del lavoro, i costi commerciali e promozionali siano sostenibili rispetto ai ricavi previsti. E’ necessario verificare la concorrenza diretta e/o indiretta, se è possibile un profitto, verificare se la legislazione del paese che ospiterà la sede dell’impresa consente o meno quella attività, soprattutto è importante sapere se quella attività produrrà ricchezza per l’azienda e vantaggi per i suoi clienti. In estrema sintesi questi sono i macro fattori da esaminare.
Se dovessi pensare di far partire una nuova iniziativa imprenditoriale oggi, in Italia, non potrei certo non considerare la situazione in cui questo paese versa, come non potrei considerare che i fattori cruciali per la vita di un’impresa risultano essere assolutamente sfavorevoli e ribadendo questi fattori sfavorevoli dovremmo necessariamente elencare i seguenti:
Scarsa capacità di reperire capitali, sia propri che di terzi;
Costo del lavoro decisamente elevato;
Livello di tassazione altissimo;
Logistica e infrastrutture deficitarie;
Burocrazia in grado di far perdere la pazienza ad un santo.
Con queste premesse, mi darete atto, è davvero difficile mettersi davanti ad un pc ed elaborare un piano di business, eppure, ogni giorno, imprenditori piccoli o grandi si armano di coraggio e di sogni e creano nuove imprese e nuove opportunità. Alcuni di loro, pochi a dire il vero, riescono, mentre altri arrancano, ma il periodo può giustificare queste difficoltà.
Il mio lavoro però è questo. Io devo cercare di creare nuove opportunità, nuovi modelli e come tutti, anche io volo con la fantasia e immagino un luogo dove io possa fare tutto quello che mi pare. Immagino un paese che mi consenta di creare una organizzazione che non produca valore facendo soldi a palate, una struttura che possa permettersi il lusso di spendere e spandere per non produrre nulla e avere ricavi minimi pari a 6 volte i costi sostenuti, una potente azienda in grado di determinare la vita delle persone prendendo da loro quello che vogliono, una realtà in grado di determinare le politiche delle istituzioni finanziarie, della cultura dei giovani, dello sviluppo economico di vaste aree territoriali e/o di interi paesi.
Mi piacerebbe avere un’organizzazione che chiedendo ai propri clienti cosa sia più giusto e utile per loro, una volta ottenuta una risposta, faccia esattamente il contrario di quanto richiesto, aumentando per giunta i propri profitti.
Vorrei un’azienda che possa permettersi il lusso di reclutare dipendenti prescindendo dal loro valore professionale, basandosi solo sulla simpatia, il nepotismo e tutte quelle caratteristiche che nulla hanno a che vedere con le logiche della meritocrazia (ma poi sta meritocrazia che cavolo è, chi misura se un soggetto sia meritevole o meno? Cosa determina un merito? I titoli, il curriculum, cosa? In pratica chi verifica il verificatore?) e soprattutto … non essere soggetto a tassazione.
Direte voi: “Fare business così sono capaci tutti. Tu immagini l’isola che non c’è”. Anche io credevo che posti così non esistessero, nessun paese al mondo potrebbe offrire tanto.
Eppure mi sbagliavo e se ci riflettete un po’ su vi accorgerete di essere in errore anche voi.
Tanti anni fa, a seguito di uno scandalo di dimensioni bibliche legato ai finanziamenti di organizzazioni politiche, i cittadini di un paese votarono l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti.
Questi cittadini, stanchi di essere vessati dalla loro classe dirigente, lanciarono un segnale forte e chiaro: “Vuoi fare politica? PAGATEVELA DA SOLI”. La maggioranza della popolazione voto l’abolizione di una legge di finanziamento ai partiti, la votarono anche i partiti che percepivano quei finanziamenti. C’era bisogno di nuove regole e di trasparenza e quello sembrava a tutti il giusto momento storico per sistemare quelle regole distorte che tanto danno facevano al paese. A dire il vero nessuno si lamentava ancora delle baby pensioni e di altri privilegi, più o meno meritati, di cui in molti godevano, anche comuni cittadini con il cosiddetto “Santo in Paradiso”.
Tuttavia quella legge fu abrogata, ma, visto che non c’è limite alla creatività dell’uomo, le stesse organizzazioni politiche si misero subito al lavoro e, con grande capacità creativa e una notevole faccia tosta, sfornarono, nuova nuova, una bella legge che ripagava le stesse organizzazioni delle spese sostenute in campagna elettorale.
Questa nuova legge però non prevede tetti e/o rendicontazioni e credo parta dall’assunto che chi fa politica deve essere eletto,  mantenere la poltrona, continuare a fare propaganda sul territorio e pagare  tutte le attività che il fare vita di partito comporta. Aggiungiamo a questo che questo paese, nel bene e nel male, ha smesso di cambiare governo ogni due anni e mezzo e quindi deve sostenere i propri partiti per almeno una legislatura intera, anche se ci saranno sempre le elezioni amministrative, le europee e quanto altro ancora.
I partiti politici però, essendo composti da persone di grandi capacità organizzative e di business, hanno aggiunto al finanziamento di cui sopra qualche altra quisquiglia di regola come la non obbligatorietà alla rendicontazione, alla trasparenza delle spese e alla stesura e verifica di un bilancio. Il risultato ottenuto da queste nuove norme è FANTASMAGORICO, ovvero, la creazione di un soggetto politico economico in grado di creare regole a suo piacimento, non creare valore, non offrire un servizio se non agli aderenti (e non tutti) al partito, sostenere costi a piacimento e ottenere rimborsi di quei costi anche deduplicati, non redigere bilanci e non rispondere giuridicamente della salute stessa dei conti del partito e soprattutto … non pagare le tasse.
INCREDIBILE NO? Avere sotto gli occhi una tale opportunità e non averla sfruttata, come stratega sono una vera schifezza!!!
A questo punto però il mio studio già lo fatto e posso dire di essere pronto.
Pronto a fregarmene di tutti quegli imprenditori che non possono godere delle libertà concesse ai partiti e che stanno chiudendo le loro imprese;
Pronto a fregarmene dei lavoratori che queste imprese sono costrette a lasciare a casa;
Pronto a fregarmene degli esodati, dei mancati pensionati, dei precari, delle famiglie in difficoltà, dei giovani senza lavoro, dei cinquantenni a spasso e di tutti quelli tartassati dalle tasse.
IO FONDO UN PARTITO. Questo si che è un gran bel business e se son bravo, magari divento anche Ministro e dell’economia per giunta.
Sono convinto che tecnicamente non potrò che raccogliere applausi e che l’etica vada a farsi fottere.
Si raccolgono adesioni.

Antonio Maurizio Gaetani

CERCA TRA LE CATEGORIE

Neuro-Semantica (726) Self-Actualization (701) leadership (599) ZETETESNEWS (524) Giannicola De Antoniis Bacchetta (462) Creativitá e Innovazione (416) VIDEO (293) FRASE DELLA SETTIMANA (287) extra (141) Michael Hall (131) LIBRI CONSIGLIATI (98) PNL (85) TED (85) teamwork (83) Creatività e Innovazione (79) HBR (45) politica (44) Borsacchio (43) Abraham Maslow (33) BLESSYOU (29) Alfred Korzybski (20) eventi (18) Seth Godin (17) Peter Senge (15) SBROLLA (15) i libri di Susanna (14) Steve Jobs (13) Albert Einstein (12) Richard Bandler (11) il gioco del cervello (11) Lucia Giovannini (9) John Grinder (8) Virginia Satir (8) solidarietà (8) MED (7) Nicola Riva (7) Paolo Conte (7) Randy Pausch (7) Robert Dilts (7) Roseto Sharks (7) ZETEUCI SU ROSETO.COM (7) basket (7) slideshow (7) Aristotele (6) Gregory Bateson (6) Mr. Selfdevelopment (6) Nelson Mandela (6) Walt Disney (6) 24sec. (5) Carlo Maria CIpolla (5) David Byrne (5) Dragos Roua (5) Fabio Celommi (5) Fritz Perl (5) Henry Ford (5) Louise Hay (5) Pick the Brain (5) Bill Gates (4) David Logan (4) Giuseppe Verdi (4) Google (4) IKEA (4) John Lennon (4) John Wooden (4) Killer-Design-System (4) Leo Babauta (4) Martin Luther King (4) Michael Jordan (4) Milton Erickson (4) Pablo Picasso (4) Richard St. John (4) leggi della stupidità umana (4) social network (4) tutta un'altra vita (4) Charles Darwin (3) Chiara Ippoliti (3) Daniel Goleman (3) Daniel Pink (3) Dante D´Alfonso (3) Derek Sivers (3) Edward G. Muzio (3) Giancarlo Alberti (3) Jung (3) Laura Trice (3) Leonardo da Vinci (3) Mihaly Csikszentmihalyi (3) Napoleone (3) Negoziazione (3) Noam Chomsky (3) Oscar Wilde (3) Richard Branson (3) Sir Ken Robinson (3) Socrate (3) The Beatles (3) Tom Heck (3) William Edwards Deming (3) Winston Churchill (3) monkey (3) Ahmed Hakami (2) Alessia Graziani (2) Alexandre Dumas (2) Ali Luke (2) Alison Gopnik (2) Angelo Cioci (2) Antoine Dufour (2) Astrid Morganne (2) Barack Hussein Obama II (2) Barry Schwartz (2) Bart Kosko (2) Benjamin Franklin (2) Buckminster Fuller (2) Buddha (2) Charles Leadbeater (2) Chris Gardner (2) Claudio Bisio (2) Colin Cox (2) Colin Powell (2) Dalai Lama (2) DesJardins (2) Donald Trump (2) Edward de Bono (2) Facebook (2) Forbes (2) Francesco I (2) François de La Rochefoucauld (2) Gail Brenner (2) Gandhi (2) George Bernard Shaw (2) Harry Potter (2) Hidesaburo Kagiyama (2) Ignazio di Loyola (2) James Hillman (2) Jared Diamond (2) Jeff Bezos (2) Jennifer Martin (2) Jim Collins (2) Jim Rohn (2) Joanne Kathleen Rowling (2) John Kenn Mortensen (2) Katsuya Hosotani (2) Luigi Pirandello (2) Malcolm Gladwell (2) Martin Haworth (2) Matteo Renzi (2) Mihalyi Csikszentmihalyi (2) Napoleon Hill (2) Omraam Mikhaël Aïvanhov (2) Oscar Farinetti (2) Osho (2) Pat Metheny (2) Patrizio Di Marco (2) Philip Zimbardo (2) Ralph Waldo Emerson (2) Rives (2) Sam Leader (2) Seneca (2) Simon Sinek (2) Summerhill (2) Tony Hsieh (2) Tony Robbins (2) Tracy Chevalier (2) Victor Frankl (2) Viktor Frankl (2) Vince Lombardi (2) Voltaire (2) Warren Bennis (2) Wayne W. Dyer (2) Wyatt Woodsmall (2) fun theory (2) il sole24ore (2) starbucks (2) workshop (2) 3M Company (1) ALISSA FINERMAN (1) Aaron Beck (1) Abbe Partee (1) Abramo Lincoln (1) Adam Somlai-Fischer (1) Adrian Reynolds (1) AhnTrio (1) Alan Cohen (1) Alan Fayter (1) Albert Ellis (1) Alberto Bagnai (1) Alessandro Di Fiore (1) Alessandro Manzoni (1) Alex Douzet (1) Alexander Lowen (1) Alexis Ohanian (1) Ali Carr-Chellman (1) Alice Stewart (1) Amellia Barr (1) Amma (1) Amy C. Edmondson (1) Amy Tan (1) Anassagora (1) Anders Ericcksson (1) Andrea Bocelli (1) Andreas Dullweber (1) Andrew Bryant (1) Andrew Grove (1) Andy Hobsbawm (1) Angeles Arrien (1) AnnMarie Thomas (1) Anne Lamott (1) Annie Dickinson (1) Antonio Machado (1) Antonio Maurizio Gaetani (1) Apple (1) Arai Restem (1) Archetipi (1) Arthur Benjamin (1) Arthur Rubinstein (1) Arti Marziali (1) Arun Majumdar (1) Astor Piazzolla (1) BGSA (1) Baba Shiv (1) Baltasar Gracian (1) Baltasar Gracián (1) Barcellona (1) Barrie Davenport (1) Bea Fields (1) Benjamin Disraeli (1) Benjamin Zander (1) Beppe Grillo (1) Bertolt Brecht (1) Bertrand Russell (1) Bill Watterson (1) Billy Swan (1) Blaise Pascal (1) Bob Proctor (1) Bobby McFerrin (1) Bruno Boero (1) CLUETRAIN (1) Cameron Russell (1) Caravaggio (1) Carl Rogers (1) Carla Evani (1) Carlos Castaneda (1) Carmine Gallo (1) Cartesio (1) Cesare Di Cesare (1) Cesare Pavese (1) Champoluc (1) Charles Bukowski (1) Charles Gordon (1) Charles Hazlewood (1) Charles Stanley (1) Charlie Chaplin (1) Charlie Gilkey (1) Chesley Sullenberger (1) Chip Conley (1) Chris Emdin (1) Christopher Hitchens (1) Claude Steiner (1) Clayton Christensen (1) Coach DeForest (1) Colin Wilson (1) Dale Dougherty (1) Dan Ariely (1) Dan Gilbert (1) Dan Peterson (1) Daniel M. Wood (1) Daniel Pennac (1) Daniel Tomasulo (1) Daniel Wood (1) Danny Tuckwood (1) Dante Alighieri (1) Dart Fener (1) Dave Brubeck (1) Dave Meslin (1) David Balakrishnan (1) David G. Myers (1) David Grossman (1) David Henry Thoreau (1) David Lynch (1) De Lijn (1) Debora Serracchiani (1) Deborah Keep (1) Dennis Gabor (1) Desmond Tutu (1) Don Draper (1) Don Kelbick (1) Don Sull (1) Donald Calne (1) Douglas A. Ready (1) Douglas Cartwright (1) Dylan Dog (1) Edgar Allan Poe (1) Edgar Lee Master (1) Edoardo Catemario (1) Elizabeth Gilbert (1) Elizabeth Kolber-Ross (1) Ellen Gustafson (1) Elon Musk (1) Emile Zola (1) Emiliano Salinas (1) Enric Sala (1) Enrico Letta (1) Enrico Sassoon (1) Enzo Jannacci (1) Epitteto (1) Ercole Cordivari (1) Eric Hoffer (1) Eric Lenard (1) Erica Chilese (1) Erich Fromm (1) Ernest Newman (1) Ernesto Sirolli (1) Ettore Scola (1) Eurythmics (1) Eva Di Tullio (1) Evan Williams (1) Fabio Fazio (1) Fabio Vallarola (1) Fabio Volo (1) Farid al-Din 'Attar (1) Federico Mana (1) Fjodor. Dostoevskij (1) Forrest Sawyer (1) Fran Burgess (1) Franco Califano (1) Frank Pucelik (1) Franz Kafka (1) Fred Reichheld (1) Friedrich Nietzsche (1) Fritz Perls (1) Frédéric Cozic (1) GIRLEFFECT (1) GZA (1) Gabriela Andersen-Schiess (1) Gaetano Cuffari (1) Galileo Galilei (1) Garr Reynolds (1) Genndy Tartakovsky (1) George De Mestral (1) George Kelly (1) George Kneale (1) George Miller (1) George Orwell (1) Georges Simenon (1) Gerard Hranek (1) Gerard Tellis (1) Giacomo Rizzolati (1) Gianluigi Zarantonello (1) Gianni Rodari (1) Gill Corkindale (1) Gioia (1) Giorgione (1) Giovanni Allevi (1) Giulio Pedicone (1) Giuseppe Calasanzio (1) Gloria Leung (1) Gordon Brown (1) Grace Murray Hopper (1) Graham Hill (1) Grazia Scuccimarra (1) Greg Northcraft (1) H.Q. Roosevelt (1) H.S. Jennings (1) Hal B. Gregersen (1) Harold Wilson (1) Heidi Grant Halvorson (1) Henry O. Dormann (1) Henry Staten (1) Homer Simpson (1) Howard Hughes (1) Howard Rheingold (1) Hulk Hogan (1) Isaac Newton (1) Isabel Behncke (1) Issy Sharp (1) Italo Calvino (1) Itay Talgam (1) Ivan Pavlov (1) Ivano Fossati (1) Ivo Milazzo (1) J. S. Nye Jr. (1) JK (1) Jack Benny (1) James Cameron (1) James Geary (1) James Joyce (1) Jan Carlzon (1) Jane Goodall (1) Jane McGonigal (1) Jason Green (1) Jay A. Conger (1) Jayasree Goparaju (1) Jean-Luc Godard (1) Jeff Haefner (1) Jeffrey Gitomer (1) Jeffrey H. Dyer (1) Jeremy Rifkin (1) Jim Estill (1) Johann Pachelbel (1) John F. Kennedy (1) John F. Smith (1) John Fante (1) John Galliano (1) John King (1) John Lubbock (1) John Maxwell (1) John Shook (1) John Weakland (1) Jordi Canyigueral (1) Jose Antonio Abreu (1) Joseph Chilton Pearce (1) Joseph Nye (1) Jules Renard (1) Julian Treasure (1) KENT NERBURN (1) Kahlil Gibran (1) Karen Thompson Walker (1) Ken Blanchard (1) Kiran Bir Sethi (1) Kirby Ferguson (1) L'AVVOCATO DEL DIAVOLO (1) LAS mobili (1) Lakoff e Jonhson (1) Lance Secretan (1) Lao Tsu (1) Lao Tzu (1) Lau Tzu (1) Legge di Finagle (1) Leibnitz (1) Leonardo Boff (1) Leonardo Sciascia (1) Linda Burstein (1) Linda Hill (1) Lisa Marshall (1) Lord Chesterton (1) Lori Taylor (1) Luca Maggitti (1) Lucio Battisti (1) Lucy Freedman (1) Ludwig Börne (1) Ludwig Josef Johann Wittgenstein (1) Luigi Ponziani (1) Maison Dior (1) Marc Benioff (1) Marcel Proust (1) Marcello Pamio (1) Marcia W. Blenko (1) Marco Aurelio (1) Marco Paolini (1) Margaret Heffernan (1) Margaret Neale (1) Margarita Tartakovsky (1) Marie-Louise von Fran (1) Marilyn Monroe (1) Mario Andrea Rigoni (1) Mario Monti (1) Mark Hooson (1) Mark Howell (1) Mark Pagel (1) Mark Twain (1) Mark Wilson (1) Markus Zusak (1) Marlen Haushofer (1) Martin Seligman (1) Matteo Boniciolli (1) Matthew Child (1) Matthieu Ricard (1) Mauro De Marco (1) Max Wertheimer (1) Meyer e Kirby (1) Michael Breen (1) Michael Bungay Stanier (1) Michael C. Mankins (1) Michael Fred Phelps (1) Michael Pollan (1) Michelangelo Buonarroti (1) Miklos Falvay (1) Misty Copeland (1) Mitt Romney (1) Molly Crockett (1) Moni Ovadia (1) Morten Hansen (1) Mr. Rolihlahla Dalibhunga (1) Muhammad Ali (1) Muriel Spark (1) Nichi Vendola (1) Nick Vujicic (1) Nikola Tesla (1) Nina Jablonski (1) Noreena Hertz (1) Norman Vincent Peale (1) Oliver Wendell Holmes (1) Optimum Mind (1) Otto von Bismark (1) Owen Fitzpatrick (1) Pai Mei (1) Paolo Cardini (1) Patricia Kuhl (1) Patrick Awuah (1) Patrick Hunt (1) Patti Digh (1) Patty Hansen (1) Paul Rogers (1) Paul Romer (1) Paul Watzlawick (1) Paulo Coelho (1) Pavel Florenskij (1) Pepe Rodriguez (1) Peter Crocker (1) Peter Druker (1) Peter Eigen (1) Peter Golder (1) Piero Meldini (1) Pink Floyd (1) Pino Daniele (1) Pippo Lionni (1) Plutarco (1) R. L. Stevenson (1) ROSETO.COM (1) RSA Animate (1) Raghava KK (1) Ramachandran Vilayanur (1) Randall Munroe (1) Re Mida (1) Richard Bach (1) Richard Douglas Fosbury (1) Richard Lavoie (1) Richard Wright (1) Rob Markey (1) Robben Ford (1) Robert Cialdini (1) Robert Cringely (1) Robert Frost (1) Robert Gerrish (1) Robert J. Thomas (1) Robert Kiyosaki (1) Robert Musil (1) Robert Spitzer (1) Robert Thurman (1) Robert and Michele Root-Bernstein (1) Roberto Benigni (1) Roberto Verganti (1) Robin Hood (1) Roger Federer (1) Rollo May (1) Rosa Matteucci (1) Rosabeth Moss Kanter (1) Rowan Atkinson (1) Roy Disney (1) Rudolf Nurayev (1) Rudyard Kipling (1) Ruth Benedict (1) Saffo (1) Sai Baba (1) Sally Kohn (1) Salman Khan (1) Salvatore Natoli (1) San Francesco (1) Sarah White (1) Sean Conrad (1) Sean Murray (1) Sebastian Guerrini (1) Sebastiano Maffettone (1) Sergio Caputo (1) Shakespeare (1) Shashi Tharoor (1) Sherlock Holmes (1) Silicon Valley (1) Stefan Sagmeister (1) Stephen Cave (1) Stephen Covey (1) Steve Karpman (1) Steven Pressfield (1) Susan Jeffers (1) TRECCANI (1) TalentZoo (1) Tangram (1) Tarzan (1) Tata Lucia (1) Thandie Newton (1) Thomas Alva Edison (1) Thomas Edison (1) Thomas Jefferson (1) Thomas Moore (1) Tim Bajarin (1) Tim Berners-Lee (1) Tim Goodenough (1) Timothy Ferriss (1) Timothy Prestero (1) Titti Stama (1) Tom Wujec (1) Tommaso Cerno (1) Tonino Carotone (1) Tony Buzan (1) Tony Hayward (1) Tony Schwartz (1) Totò (1) Tracy O'Connor (1) Tracy O’Connor (1) Trilussa (1) Uma Thurman (1) Vasco Rossi (1) Virgin Mary (1) Virginia Woolf (1) WWF (1) Walt Whitman (1) Walter Bonatti (1) William Blake (1) William Butler Yeats (1) William James (1) William Somerset Maugham (1) William Ury (1) Winnie the Pooh (1) Wystan Hugh Auden (1) Xerox (1) Yang Lan (1) Yoda (1) Yum Yum (1) Zaz (1) Zecharia Sitchin (1) Zenone (1) Zig Ziglar (1) blender (1) fras (1) fratelli Wright (1) iO Tillett Wright (1) john Stuart Mill (1) leader (1) pensiero positivo (1) re del Bhutan (1) rugby (1) santi (1) save the children (1) twitter (1) vivizen (1)