lunedì 12 luglio 2010

La storia di Roseto e della Riserva naturale Borsacchio (cap. 5)

(Ricevo da Franco Sbrolla e rendo noto)
Capitolo 5: Da“L’Abruzzo nel mio cuore” a “L’Oceano ci chiama” ed ai “Caduti del Mare”

Quei pescatori di un tempo, vissuti umilmente, hanno potuto almeno appagare gli occhi e la mente con l’ineguagliabile paesaggio, allora inalterato, e diventato poi, dal fiume Tordino al torrente Borsacchio, una Riserva naturale.

E sono stati spesso ricordati da scrittori, registi e artisti. Tra i primi la giornalista napoletana Beatrice Testa, che durante la fanciullezza aveva frequentato la casa dei nonni, lo stupendo villino Grue, ornato dall’arte castellana, e devastato in seguito dal cemento come altre ville patrizie.

Nel 1929 pubblicò “L’Abruzzo nel mio cuore”, arricchito da 40 xilografie originali dell’artista Carlo D’Aloisio da Vasto, e dedicò gli ultimi due capitoli ai ricordi rosetani. Mi è sembrato quindi opportuno, essendo il libro ormai introvabile, trascrivere alcune delle tante bellissime frasi: “Rosburgo: …presso la riva del mare, un piccolo gruppo di capanne basse e tenebrose, impastate di creta e di paglia, con le finestre opache e piene di sonno, con gli usci sconnessi e cigolanti, così piccini che, per varcarli, bisognava piegarsi in due. E queste capanne, che nel dialetto del luogo si chiamavano pinciare parevano, viste dall’alto, tante pecorelle dolci e brune, che si fossero messe a brucar l’erba, ai piedi della collina gialla di tufo, e che poi si fossero addormentate alla nenia lenta e maliosa del mare. Chi potrebbe dire come le pinciare scomparvero?

Certo esse caddero ad una ad una docili e rassegnate e s’elevarono al loro posto innumerevoli villini umili e fastosi, bianchi e colorati; ma tutti, dal primo all’ultimo, ebbero alle porte un ciuffo di rose o un albero di oleandri vermigli…

Rosburgo, che è forse la più giovane tra le spiagge dell’Adriatico abruzzese, ha quello che molte città più grandi e più celebri non hanno: un artista che l’ama e l’esalta nella bellezza e nella poesia del colore, Pasquale Celommi, pittore dalla rude e delicata anima, in cui la fierezza del nativo Abruzzo e la soavità dell’arte si compongono in squisita armonia...Ma Pasquale Celommi adora il mare in tutti i momenti della giornata, in tutte le sfumature delle tinte e delle trasparenze, in tutta la forte e profonda poesia del suo insonne e perpetuo ondeggiare. La luce che gioca tra i flutti su la riva, lo rapisce ed egli s’indugia a renderne tutta la grazia leggera.

Così in Pesca abbondante il sole che sorge lontano, tra acqua e cielo, ferisce orizzontalmente il mare fino alla sponda, fin dove un velo sottilissimo d’acqua translucente si distende e palpita su la sabbia d’oro, che si scorge in trasparenza, non liscia e compatta, ma appena ondulata dal ritmico, alterno movimento dei flutti. E di sole avvampano le vele purpuree mezzo ammainate e i visi delle donne e le collane di oro. In cielo passano tutte le divine sfumature dell’alba. La pesca della sciabica è invece tutta penetrata della inesprimibile malinconia del crepuscolo adriatico che è così lungo e dolce e quieto su lo sconfinato deserto del mare senza terra né vela…”

“Roseto d’Abruzzo: Ti sei vestito di grigio e di vento per venirmi incontro stamane, o mare strano e bellissimo, che sorridesti ai sogni della mia puerizia lontana… Ed ad una ad una sono passate davanti ai miei occhi velati le piccole bianche stazioni adriatiche dai nomi così dolci ogni volta al venire ma così tristi al partire, Montesilvano, Silvi, Atri… Mi affaccio dal finestrino. Il vento autunnale mi getta in viso rabbiosamente nubi di fumo e odore di carbone. Ma non importa... Vento, fumo, polvere, lacrime, palpiti disordinati del cuore. Sul mare, in fondo in fondo, scivolano le tue paranze, Rosburgo. Se si accostassero un poco, io ne riconoscerei le vele ad una ad una: il Sacramento, la Mezzaluna, la Stella… Adesso le vele cominciano ad avvicinarsi alla riva. Quante volte le vedemmo tornare così, gonfie di vento e lente, trascinandosi dietro, nel tremolare dell’acqua, il riflesso dei fiammeggianti colori? Spuntavano ad una ad una di dietro lo spigolo della villa accanto. Sarà la gialla? Sarà la rossa? Quella col sole? Quella con la Madonna?...

E la processione fastosa e solenne empiva tutta l’azzurra distesa del mare ondeggiante. Qua la raggiera di un ostensorio, là il profilo d’un fantastico mostro, più vicino, proprio su la sponda…

Poi d’un tratto, un fischio, un rombo, un sussulto. Il treno, piccino e veloce nella lontananza, girava sul ponte Vomano…

E Rosburgo non è più Rosburgo. Su la rovina dei vecchi uomini e delle vecchie case è tutta una nuova fiorita. Così, morto Pasquale Celommi, il pittore delle belle marine, un giovane artista, Giuseppe Di Blasio, seguendo le orme profonde e gloriose di Basilio Cascella da Pescara, attende ad ornare il paese di belle ceramiche. E noi… non siamo più quelli di allora.
Il tempo è passato… Per noi la parentesi è forse chiusa per sempre. Rosburgo si chiama Roseto. Passano gli anni e non ci si viene. O ci si passa senza fermarsi col treno che corre e con gli occhi che bruciano. Perché quello che è stato non è. Perché la vita non è più qui ma altrove, lontano; e se volessimo, domani, veramente ritrovare l’Abruzzo, quello dolce, forte e bellissimo, che mise i suoi limpidi cieli d’aurora e di tramonto, le sue montagne impassibili e le sue sconfinate marine intorno al primo fiorire della nostra giovinezza, dovremmo forse guardarci soprattutto nel cuore…”.

Parecchi anni dopo, nel 1957, testimone della nostra marineria è stato il bel film “Noi dell’oceano” (ideato da Giorgio Ferroni, regista Giovanni Roccardi, voce fuori campo di Vittorio G. Rossi, scrittore e navigatore). Girato da una troupe imbarcata sulla Genepesca 1^ per documentare la pesca del merluzzo nel Nord Atlantico, e uscito nelle sale con il titolo “L’Oceano ci chiama”, immortalò tanti pescatori rosetani costretti ad emigrare quando i modesti ricavi non riuscivano a coprire nemmeno le spese. Riguardo poi agli imbarchi sulle navi, i nostri marinai sono stati di esempio in pace e in guerra, ed hanno sempre dimostrato la loro operosità e la loro abnegazione.

Sullo stesso tema, il monumento in bronzo ai “Caduti del Mare”, scolpito nel 1998 dall’amico prof. Daniele Guerrieri, pittore e scultore originario di Castelli, che vive a Roseto da molti anni, vuole perpetuare la memoria di tanti nostri avi che nel mare hanno sacrificato la loro esistenza.

Successivamente, quando quell’unico ricordo della nostra tradizione marinara venne letteralmente rimosso, ritenni doveroso, in quanto figlio di marinaio decorato a seguito di affondamenti e naufragi, scrivere un articolo, “L’esproprio della Memoria”, pubblicato sul n° 3/4 2005 di Piccola Città. E voglio riportarlo qui di seguito affinchè nessuno possa dire di non sapere: “C’era una volta un monumento dedicato ai Caduti del Mare, lì davanti al pontile, e l’artista che lo aveva realizzato era riuscito a dargli il dono della parola. Raccontava, il monumento, il nostro passato e parlava di naufragi e di lutti, di madri e di vedove vestite sempre di nero, di orfani che ancora imberbi ripercorrevano la strada dei padri, di lontananza dagli affetti quando la penuria del pescato costringeva ad emigrare presso altri mari, di famiglie povere e nel contempo dignitose ed oneste,... Con malcelata commozione ripeteva ogni volta la storia dell’emblema della marineria rosetana, il mitico Titone che sfidava da solo il mare, e di quando il mare, per averlo alla sua corte, architettò la tempesta perfetta e si scatenarono tutti gli elementi.

E continuava facendo rivivere lo scenario della folla assiepata sulla spiaggia a contare le vele, che come farfalle impaurite vagavano tra le onde impazzite.

Purtroppo, l’anno scorso, qualcuno dell’Amministrazione comunale ha avuto l’infelice idea di intitolare ai Caduti delle Forze dell’Ordine quella piazza in cui il monumento rappresentava un segno tangibile di identità e di appartenenza. Certo anche loro avevano il diritto di essere ricordati, ma si poteva e si doveva trovare un sito diverso, scelto anch’esso per onorare degnamente il sacrificio della vita nell’adempimento del proprio dovere. Naturalmente il tapino non sapeva nulla di toponomastica. Non sapeva nemmeno che la dedica ai Caduti del Mare era considerata da tutti i rosetani il toponimo del luogo, e quindi quel cimelio doveva essere rispettato in quanto testimonianza inconfutabile delle radici e delle vicende accadute.

Tanto per fare un esempio calzante, sarebbe altrettanto disdicevole intitolare a Giuseppe Garibaldi una piazza con al centro la statua di Giuseppe Mazzini (e ritengo che in nessun paese del mondo possa succedere un fatto del genere). Da quel giorno il monumento non ha più parlato, e tocca adesso ai discendenti della gente di mare, che hanno nel loro DNA tracce di acqua salmastra, ricordare e raccontare la storia di Roseto, comprensiva di questo capitolo, in modo da non farne mai perdere la memoria.

E’ pur vero che il Salvatore disse: Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno, ma perdonare non significa affatto dimenticare, altrimenti il futuro del nostro paese, espropriato del suo passato, sarà soltanto un anonimo futuro”.

Franco Sbrolla

CERCA TRA LE CATEGORIE

Neuro-Semantica (726) Self-Actualization (701) leadership (599) ZETETESNEWS (524) Giannicola De Antoniis Bacchetta (462) Creativitá e Innovazione (416) VIDEO (293) FRASE DELLA SETTIMANA (287) extra (141) Michael Hall (131) LIBRI CONSIGLIATI (98) PNL (85) TED (85) teamwork (83) Creatività e Innovazione (79) HBR (45) politica (44) Borsacchio (43) Abraham Maslow (33) BLESSYOU (29) Alfred Korzybski (20) eventi (18) Seth Godin (17) Peter Senge (15) SBROLLA (15) i libri di Susanna (14) Steve Jobs (13) Albert Einstein (12) Richard Bandler (11) il gioco del cervello (11) Lucia Giovannini (9) John Grinder (8) Virginia Satir (8) solidarietà (8) MED (7) Nicola Riva (7) Paolo Conte (7) Randy Pausch (7) Robert Dilts (7) Roseto Sharks (7) ZETEUCI SU ROSETO.COM (7) basket (7) slideshow (7) Aristotele (6) Gregory Bateson (6) Mr. Selfdevelopment (6) Nelson Mandela (6) Walt Disney (6) 24sec. (5) Carlo Maria CIpolla (5) David Byrne (5) Dragos Roua (5) Fabio Celommi (5) Fritz Perl (5) Henry Ford (5) Louise Hay (5) Pick the Brain (5) Bill Gates (4) David Logan (4) Giuseppe Verdi (4) Google (4) IKEA (4) John Lennon (4) John Wooden (4) Killer-Design-System (4) Leo Babauta (4) Martin Luther King (4) Michael Jordan (4) Milton Erickson (4) Pablo Picasso (4) Richard St. John (4) leggi della stupidità umana (4) social network (4) tutta un'altra vita (4) Charles Darwin (3) Chiara Ippoliti (3) Daniel Goleman (3) Daniel Pink (3) Dante D´Alfonso (3) Derek Sivers (3) Edward G. Muzio (3) Giancarlo Alberti (3) Jung (3) Laura Trice (3) Leonardo da Vinci (3) Mihaly Csikszentmihalyi (3) Napoleone (3) Negoziazione (3) Noam Chomsky (3) Oscar Wilde (3) Richard Branson (3) Sir Ken Robinson (3) Socrate (3) The Beatles (3) Tom Heck (3) William Edwards Deming (3) Winston Churchill (3) monkey (3) Ahmed Hakami (2) Alessia Graziani (2) Alexandre Dumas (2) Ali Luke (2) Alison Gopnik (2) Angelo Cioci (2) Antoine Dufour (2) Astrid Morganne (2) Barack Hussein Obama II (2) Barry Schwartz (2) Bart Kosko (2) Benjamin Franklin (2) Buckminster Fuller (2) Buddha (2) Charles Leadbeater (2) Chris Gardner (2) Claudio Bisio (2) Colin Cox (2) Colin Powell (2) Dalai Lama (2) DesJardins (2) Donald Trump (2) Edward de Bono (2) Facebook (2) Forbes (2) Francesco I (2) François de La Rochefoucauld (2) Gail Brenner (2) Gandhi (2) George Bernard Shaw (2) Harry Potter (2) Hidesaburo Kagiyama (2) Ignazio di Loyola (2) James Hillman (2) Jared Diamond (2) Jeff Bezos (2) Jennifer Martin (2) Jim Collins (2) Jim Rohn (2) Joanne Kathleen Rowling (2) John Kenn Mortensen (2) Katsuya Hosotani (2) Luigi Pirandello (2) Malcolm Gladwell (2) Martin Haworth (2) Matteo Renzi (2) Mihalyi Csikszentmihalyi (2) Napoleon Hill (2) Omraam Mikhaël Aïvanhov (2) Oscar Farinetti (2) Osho (2) Pat Metheny (2) Patrizio Di Marco (2) Philip Zimbardo (2) Ralph Waldo Emerson (2) Rives (2) Sam Leader (2) Seneca (2) Simon Sinek (2) Summerhill (2) Tony Hsieh (2) Tony Robbins (2) Tracy Chevalier (2) Victor Frankl (2) Viktor Frankl (2) Vince Lombardi (2) Voltaire (2) Warren Bennis (2) Wayne W. Dyer (2) Wyatt Woodsmall (2) fun theory (2) il sole24ore (2) starbucks (2) workshop (2) 3M Company (1) ALISSA FINERMAN (1) Aaron Beck (1) Abbe Partee (1) Abramo Lincoln (1) Adam Somlai-Fischer (1) Adrian Reynolds (1) AhnTrio (1) Alan Cohen (1) Alan Fayter (1) Albert Ellis (1) Alberto Bagnai (1) Alessandro Di Fiore (1) Alessandro Manzoni (1) Alex Douzet (1) Alexander Lowen (1) Alexis Ohanian (1) Ali Carr-Chellman (1) Alice Stewart (1) Amellia Barr (1) Amma (1) Amy C. Edmondson (1) Amy Tan (1) Anassagora (1) Anders Ericcksson (1) Andrea Bocelli (1) Andreas Dullweber (1) Andrew Bryant (1) Andrew Grove (1) Andy Hobsbawm (1) Angeles Arrien (1) AnnMarie Thomas (1) Anne Lamott (1) Annie Dickinson (1) Antonio Machado (1) Antonio Maurizio Gaetani (1) Apple (1) Arai Restem (1) Archetipi (1) Arthur Benjamin (1) Arthur Rubinstein (1) Arti Marziali (1) Arun Majumdar (1) Astor Piazzolla (1) BGSA (1) Baba Shiv (1) Baltasar Gracian (1) Baltasar Gracián (1) Barcellona (1) Barrie Davenport (1) Bea Fields (1) Benjamin Disraeli (1) Benjamin Zander (1) Beppe Grillo (1) Bertolt Brecht (1) Bertrand Russell (1) Bill Watterson (1) Billy Swan (1) Blaise Pascal (1) Bob Proctor (1) Bobby McFerrin (1) Bruno Boero (1) CLUETRAIN (1) Cameron Russell (1) Caravaggio (1) Carl Rogers (1) Carla Evani (1) Carlos Castaneda (1) Carmine Gallo (1) Cartesio (1) Cesare Di Cesare (1) Cesare Pavese (1) Champoluc (1) Charles Bukowski (1) Charles Gordon (1) Charles Hazlewood (1) Charles Stanley (1) Charlie Chaplin (1) Charlie Gilkey (1) Chesley Sullenberger (1) Chip Conley (1) Chris Emdin (1) Christopher Hitchens (1) Claude Steiner (1) Clayton Christensen (1) Coach DeForest (1) Colin Wilson (1) Dale Dougherty (1) Dan Ariely (1) Dan Gilbert (1) Dan Peterson (1) Daniel M. Wood (1) Daniel Pennac (1) Daniel Tomasulo (1) Daniel Wood (1) Danny Tuckwood (1) Dante Alighieri (1) Dart Fener (1) Dave Brubeck (1) Dave Meslin (1) David Balakrishnan (1) David G. Myers (1) David Grossman (1) David Henry Thoreau (1) David Lynch (1) De Lijn (1) Debora Serracchiani (1) Deborah Keep (1) Dennis Gabor (1) Desmond Tutu (1) Don Draper (1) Don Kelbick (1) Don Sull (1) Donald Calne (1) Douglas A. Ready (1) Douglas Cartwright (1) Dylan Dog (1) Edgar Allan Poe (1) Edgar Lee Master (1) Edoardo Catemario (1) Elizabeth Gilbert (1) Elizabeth Kolber-Ross (1) Ellen Gustafson (1) Elon Musk (1) Emile Zola (1) Emiliano Salinas (1) Enric Sala (1) Enrico Letta (1) Enrico Sassoon (1) Enzo Jannacci (1) Epitteto (1) Ercole Cordivari (1) Eric Hoffer (1) Eric Lenard (1) Erica Chilese (1) Erich Fromm (1) Ernest Newman (1) Ernesto Sirolli (1) Ettore Scola (1) Eurythmics (1) Eva Di Tullio (1) Evan Williams (1) Fabio Fazio (1) Fabio Vallarola (1) Fabio Volo (1) Farid al-Din 'Attar (1) Federico Mana (1) Fjodor. Dostoevskij (1) Forrest Sawyer (1) Fran Burgess (1) Franco Califano (1) Frank Pucelik (1) Franz Kafka (1) Fred Reichheld (1) Friedrich Nietzsche (1) Fritz Perls (1) Frédéric Cozic (1) GIRLEFFECT (1) GZA (1) Gabriela Andersen-Schiess (1) Gaetano Cuffari (1) Galileo Galilei (1) Garr Reynolds (1) Genndy Tartakovsky (1) George De Mestral (1) George Kelly (1) George Kneale (1) George Miller (1) George Orwell (1) Georges Simenon (1) Gerard Hranek (1) Gerard Tellis (1) Giacomo Rizzolati (1) Gianluigi Zarantonello (1) Gianni Rodari (1) Gill Corkindale (1) Gioia (1) Giorgione (1) Giovanni Allevi (1) Giulio Pedicone (1) Giuseppe Calasanzio (1) Gloria Leung (1) Gordon Brown (1) Grace Murray Hopper (1) Graham Hill (1) Grazia Scuccimarra (1) Greg Northcraft (1) H.Q. Roosevelt (1) H.S. Jennings (1) Hal B. Gregersen (1) Harold Wilson (1) Heidi Grant Halvorson (1) Henry O. Dormann (1) Henry Staten (1) Homer Simpson (1) Howard Hughes (1) Howard Rheingold (1) Hulk Hogan (1) Isaac Newton (1) Isabel Behncke (1) Issy Sharp (1) Italo Calvino (1) Itay Talgam (1) Ivan Pavlov (1) Ivano Fossati (1) Ivo Milazzo (1) J. S. Nye Jr. (1) JK (1) Jack Benny (1) James Cameron (1) James Geary (1) James Joyce (1) Jan Carlzon (1) Jane Goodall (1) Jane McGonigal (1) Jason Green (1) Jay A. Conger (1) Jayasree Goparaju (1) Jean-Luc Godard (1) Jeff Haefner (1) Jeffrey Gitomer (1) Jeffrey H. Dyer (1) Jeremy Rifkin (1) Jim Estill (1) Johann Pachelbel (1) John F. Kennedy (1) John F. Smith (1) John Fante (1) John Galliano (1) John King (1) John Lubbock (1) John Maxwell (1) John Shook (1) John Weakland (1) Jordi Canyigueral (1) Jose Antonio Abreu (1) Joseph Chilton Pearce (1) Joseph Nye (1) Jules Renard (1) Julian Treasure (1) KENT NERBURN (1) Kahlil Gibran (1) Karen Thompson Walker (1) Ken Blanchard (1) Kiran Bir Sethi (1) Kirby Ferguson (1) L'AVVOCATO DEL DIAVOLO (1) LAS mobili (1) Lakoff e Jonhson (1) Lance Secretan (1) Lao Tsu (1) Lao Tzu (1) Lau Tzu (1) Legge di Finagle (1) Leibnitz (1) Leonardo Boff (1) Leonardo Sciascia (1) Linda Burstein (1) Linda Hill (1) Lisa Marshall (1) Lord Chesterton (1) Lori Taylor (1) Luca Maggitti (1) Lucio Battisti (1) Lucy Freedman (1) Ludwig Börne (1) Ludwig Josef Johann Wittgenstein (1) Luigi Ponziani (1) Maison Dior (1) Marc Benioff (1) Marcel Proust (1) Marcello Pamio (1) Marcia W. Blenko (1) Marco Aurelio (1) Marco Paolini (1) Margaret Heffernan (1) Margaret Neale (1) Margarita Tartakovsky (1) Marie-Louise von Fran (1) Marilyn Monroe (1) Mario Andrea Rigoni (1) Mario Monti (1) Mark Hooson (1) Mark Howell (1) Mark Pagel (1) Mark Twain (1) Mark Wilson (1) Markus Zusak (1) Marlen Haushofer (1) Martin Seligman (1) Matteo Boniciolli (1) Matthew Child (1) Matthieu Ricard (1) Mauro De Marco (1) Max Wertheimer (1) Meyer e Kirby (1) Michael Breen (1) Michael Bungay Stanier (1) Michael C. Mankins (1) Michael Fred Phelps (1) Michael Pollan (1) Michelangelo Buonarroti (1) Miklos Falvay (1) Misty Copeland (1) Mitt Romney (1) Molly Crockett (1) Moni Ovadia (1) Morten Hansen (1) Mr. Rolihlahla Dalibhunga (1) Muhammad Ali (1) Muriel Spark (1) Nichi Vendola (1) Nick Vujicic (1) Nikola Tesla (1) Nina Jablonski (1) Noreena Hertz (1) Norman Vincent Peale (1) Oliver Wendell Holmes (1) Optimum Mind (1) Otto von Bismark (1) Owen Fitzpatrick (1) Pai Mei (1) Paolo Cardini (1) Patricia Kuhl (1) Patrick Awuah (1) Patrick Hunt (1) Patti Digh (1) Patty Hansen (1) Paul Rogers (1) Paul Romer (1) Paul Watzlawick (1) Paulo Coelho (1) Pavel Florenskij (1) Pepe Rodriguez (1) Peter Crocker (1) Peter Druker (1) Peter Eigen (1) Peter Golder (1) Piero Meldini (1) Pink Floyd (1) Pino Daniele (1) Pippo Lionni (1) Plutarco (1) R. L. Stevenson (1) ROSETO.COM (1) RSA Animate (1) Raghava KK (1) Ramachandran Vilayanur (1) Randall Munroe (1) Re Mida (1) Richard Bach (1) Richard Douglas Fosbury (1) Richard Lavoie (1) Richard Wright (1) Rob Markey (1) Robben Ford (1) Robert Cialdini (1) Robert Cringely (1) Robert Frost (1) Robert Gerrish (1) Robert J. Thomas (1) Robert Kiyosaki (1) Robert Musil (1) Robert Spitzer (1) Robert Thurman (1) Robert and Michele Root-Bernstein (1) Roberto Benigni (1) Roberto Verganti (1) Robin Hood (1) Roger Federer (1) Rollo May (1) Rosa Matteucci (1) Rosabeth Moss Kanter (1) Rowan Atkinson (1) Roy Disney (1) Rudolf Nurayev (1) Rudyard Kipling (1) Ruth Benedict (1) Saffo (1) Sai Baba (1) Sally Kohn (1) Salman Khan (1) Salvatore Natoli (1) San Francesco (1) Sarah White (1) Sean Conrad (1) Sean Murray (1) Sebastian Guerrini (1) Sebastiano Maffettone (1) Sergio Caputo (1) Shakespeare (1) Shashi Tharoor (1) Sherlock Holmes (1) Silicon Valley (1) Stefan Sagmeister (1) Stephen Cave (1) Stephen Covey (1) Steve Karpman (1) Steven Pressfield (1) Susan Jeffers (1) TRECCANI (1) TalentZoo (1) Tangram (1) Tarzan (1) Tata Lucia (1) Thandie Newton (1) Thomas Alva Edison (1) Thomas Edison (1) Thomas Jefferson (1) Thomas Moore (1) Tim Bajarin (1) Tim Berners-Lee (1) Tim Goodenough (1) Timothy Ferriss (1) Timothy Prestero (1) Titti Stama (1) Tom Wujec (1) Tommaso Cerno (1) Tonino Carotone (1) Tony Buzan (1) Tony Hayward (1) Tony Schwartz (1) Totò (1) Tracy O'Connor (1) Tracy O’Connor (1) Trilussa (1) Uma Thurman (1) Vasco Rossi (1) Virgin Mary (1) Virginia Woolf (1) WWF (1) Walt Whitman (1) Walter Bonatti (1) William Blake (1) William Butler Yeats (1) William James (1) William Somerset Maugham (1) William Ury (1) Winnie the Pooh (1) Wystan Hugh Auden (1) Xerox (1) Yang Lan (1) Yoda (1) Yum Yum (1) Zaz (1) Zecharia Sitchin (1) Zenone (1) Zig Ziglar (1) blender (1) fras (1) fratelli Wright (1) iO Tillett Wright (1) john Stuart Mill (1) leader (1) pensiero positivo (1) re del Bhutan (1) rugby (1) santi (1) save the children (1) twitter (1) vivizen (1)