giovedì 1 aprile 2010

Roseto e l’interminabile storia della Riserva naturale Borsacchio (cap. 2)

ricevo da Franco Sbrolla e rendo pubblico
Capitolo 2: Giuseppe Devincenzi, la casa verde, la villa, la Cantina e il parco a mare
Tra le poche costruzioni che mutarono l’aspetto del tratto di costa, che va da Cologna spiaggia al torrente Borsacchio, sono degne di menzione la casa Mataloni, la villa Devincenzi e la Cantina.
La prima, mitica “casa verde”, per noi ragazzi rappresentava la frontiera, l’ultimo fortino prima dell’ignoto. E mentre oggi le mareggiate la circondano completamente, gli anziani raccontavano che lì davanti, dove il mare ha eroso i terreni per più di 50 metri, si estendevano rigogliosi vigneti. La villa, l’attigua Cantina (con la famosa botte da 1000 ettolitri) e il parco a mare ci ricordano il senatore Giuseppe Devincenzi, agronomo versatile, patriota e uomo politico, che operò unitamente a Silvio Spaventa, Camillo Benso conte di Cavour e Marco Minghetti, e fu più volte ministro durante il regno di Vittorio Emanuele II. Avendolo nominato, non posso adesso esimermi dal tracciare un sintetico profilo di questo poliedrico personaggio.
Giuseppe Devincenzi (1814-1903), nato a Notaresco in una famiglia borghese con vasti possedimenti dalla Marina di Montepagano alle colline teramane, studiò prima a Teramo e poi all’Università di Napoli. Seguì la scuola di lettere dello scrittore purista Basilio Puoti ed ebbe come compagni di studio Luigi Settembrini e Francesco De Sanctis. Attratto dall’Agronomia, intervenne ai Congressi scientifici di Milano e Napoli e fu chiamato a far parte dell’ Accademia delle Scienze.
Nel 1848, eletto deputato e Segretario del Parlamento napoletano, manifestò idee liberali e fu uno dei firmatari della protesta per lo sgombero forzato della sede istituzionale di Monteoliveto, durante i sanguinosi moti popolari del 15 e 16 maggio contro il re Ferdinando II di Borbone.
Condannato dalla Corte criminale a 24 anni di ferri duri, andò esule in Francia, e poi in Inghilterra, dove conobbe e frequentò tre grandi uomini politici menzionati nell’Enciclopedia Europea: William Ewart Gladstone, Henry John Temple Palmerston e John Russel .
Tornò in Patria dopo 12 anni e collaborò attivamente con Cavour all’impresa napoletana. Portò la Commissione Abruzzese ad Ancona da Vittorio Emanuele II e accompagnò il re all’incontro di Teano con Giuseppe Garibaldi, facendo gli onori di casa quando, il 16 ottobre 1860, il corteo reale passò sotto l’arco di trionfo eretto vicino alla sua villa. Successivamente, a Napoli, durante la Luogotenenza Farini, gli fu assegnato il dicastero dell’Agricoltura, e poi quello dei Lavori Pubblici.
Eletto deputato nel 1861, fu Ministro dei Lavori Pubblici nel 1867 e dal 1871 al 1873.
Nominato Colonnello dello Stato Maggiore di Vittorio Emanuele II e Commissario Generale per l’Italia all’Esposizione Internazionale di Londra nel 1862, fu in seguito il fondatore e patrono del Regio Museo Industriale Italiano di Torino, organizzò il trasferimento dello Stato Sabaudo da Firenze a Roma nel 1871 e diede un forte impulso alla viabilità ed alla bonifica delle zone paludose.
Da senatore, e poi da Ministro, iniziò a progettare una ferrovia che dalla Marina di Montepagano doveva raggiungere L’Aquila e Roma attraverso la vallata del Vomano, ma la netta opposizione di un altro parlamentare, Franceso Sebastiani di Montorio al Vomano, che era invece favorevole alla costruzione della Giulianova-Teramo-L’Aquila-Roma, lo indusse ad accantonare il suo progetto.
Di vasta cultura filosofica ed umanistica, la sua prima scienza fu però quella dei campi e scrisse diverse opere finalizzate al miglioramento dell’agricoltura. Politicamente Giuseppe Devincenzi si schierò con la Destra storica: seguace ed amico di Cavour e di Minghetti, ebbe come competitori nei Collegi di elezione il medico-patriota Ciro Romualdi e Giuseppe Garibaldi.
Nel 1873, in seguito ad un voto di sfiducia della Camera durante il dibattito sulla nuova linea ferrata Roma-Gaeta-Napoli, rassegnò le dimissioni da Ministro e si ritirò a vita privata, anche per seguire da vicino la nipote Maddalena, rimasta orfana nel 1872 dopo la morte del padre Giovanni, già sindaco di Notaresco e fratello del senatore.
Come agronomo, e facendo tesoro dell’esperienza acquisita in Francia ed Inghilterra, applicò nei suoi poderi l’aratura meccanica a forza idraulica, introdusse la coltura dell’erba sulla da sovescio, costruì le prime bigattiere per la bachicoltura e realizzò la Cantina (stabilimento enologico tipicamente francese) ed altre innovazioni che rivelano la sua genialità.
Dietro la villa Devincenzi, chiamata poi Mazzarosa in quanto la nipote sposò il marchese Antonio Mazzarosa di Lucca, fa ancora bella mostra di sé un altro importante cimelio, il casello ferroviario che fungeva da stazione per consentire al ministro un più facile e veloce collegamento con le sedi istituzionali e governative. E bene ha fatto il Comitato pro-Riserva Borsacchio, durante gli incontri per il “Piano d’area della media e bassa Valle del Tordino”, a chiedere il ripristino di quel casello.
C’è infatti un treno che sembra fatto apposta per fermarsi davanti a quella “stazione storica”: il Treno della Valle, colorato, allegro e vacanziero, che collega, nel periodo primavera-estate, l’Adriatico alla Valle del Sangro, e che porta turisti e scolaresche a visitare ed ammirare un campionario inestimabile di paesaggi abruzzesi (costieri, collinari, lacustri, boschivi e montani).
E una fermata nel cuore della Riserva naturale Borsacchio potrebbe rendere ancor più mirabile la stupenda vetrina inserita nel percorso ecoturistico.
Riguardo poi alle peculiarità del parco a mare Devincenzi, ridenominato anch’esso Mazzarosa e antesignano della Riserva naturale Borsacchio, così si è espresso il professor Giovanni Pacioni: “ E’ l’unico ambiente costiero della Regione Abruzzo con la serie di vegetazione psammofila, dalla duna pioniera ad un retroduna consolidato con preziosi endemismi vegetali, anche secolari, di Leccio (Quercus ilex) e Pino d’Aleppo (Pinus halepensis). All’interno della superficie non ancora devastata sono state rilevate ben cinque specie di notevole importanza fitogeografica per l’estrema rarefazione lungo la costa dell’intero Adriatico italiano: il “giglio di mare” (Pancratium maritimum), la splendida Calystegia soldanella, Polygonum maritimum, Verbascum niveum garganicum e Iris fetidissima. Tra gli animali presenti stabilmente si annoverano diversi mammiferi roditori ed insettivori e sono molti gli uccelli nidificanti, fra i quali il Fratino, protetto dalla Direttiva 79/409 dell’Unione Europea. Pur nelle ridotte dimensioni l’area rappresenta una importantissima riserva di biodiversità, unico ed ultimo rifugio per numerose specie vegetali, animali e fungine”.
In una ricerca commissionata dal Comune di Roseto al prof. Gianfranco Pirone, autore di oltre 50 lavori scientifici, le conclusioni sull’area Cologna-Borsacchio, riportate nel n. 1/2005 della prestigiosa rivista “Micologia e vegetazione mediterranea”, sono le seguenti: “Si sottolinea la presenza di elementi floristici di particolare importanza fitogeografica in relazione alla loro rarità e, tra i popolamenti vegetali, quelli meritevoli di attenzione sono: nucleo di pineta e viale di lecci a Villa Mazzarosa, frammenti di olmo-frassino e di pioppo bianco lungo il torrente Borsacchio, nuclei e filari di roverella della fascia collinare, vegetazione delle sabbie litoranee, ecc… Tutti questi ambienti dovrebbero essere scrupolosamente conservati, anche come serbatoi di germoplasma per futuri, auspicabili interventi di rinaturazione di alvei e altri habitat del territorio comunale”.
Depositati nella villa Mazzarosa dovrebbero esserci i verbali degli interventi di Giuseppe Devincenzi in Parlamento, i manoscritti ed il carteggio intercorso con Puoti, De Sanctis, Settembrini, Spaventa, Gladstone, Cavour, Minghetti, ecc.., ma finora, tutte le richieste per prenderne visione sono state sempre eluse o respinte.
Tale ingiustificabile comportamento, specie a distanza di oltre 100 anni dalla morte del Senatore, chiama in causa le Amministrazioni comunali che si sono succedute nel tempo, in quanto non hanno mai usato la moral suasion per indurre gli eredi Mazzarosa, che tutto hanno avuto e nulla hanno dato, a mettere a disposizione degli studiosi la documentazione d’interesse pubblico.
Ed è naturale che anche altre fonti battano sullo stesso tasto, come Mario Giunco il 5.12.2009 su Eidos e Arnaldo Giunco che, su Piccola Città n. 10/2000, auspicava per “la consultazione e lo studio dei manoscritti e del voluminoso carteggio, tuttora inesplorato,…..la creazione di una fondazione che rechi il nome del Senatore Devincenzi per perpetuarne il ricordo, com’è nei voti di tutti”.
Spetta adesso ai Sindaci di Roseto e di Notaresco attuare interventi risolutivi al fine di far conoscere alla comunità teramana uno dei protagonisti della nascita e dell’infanzia di un’Italia libera e indivisibile. Riguardo poi alle responsabilità ambientali degli eredi Mazzarosa, e degli altri rami (Cenami, Mac Neil e Placidi), se ne parlerà, ampiamente, nel 6° capitolo .
Franco Sbrolla


Per le notizie sulla riserva 
entra in BORSACCHIO&CO.

CERCA TRA LE CATEGORIE

Neuro-Semantica (726) Self-Actualization (701) leadership (599) ZETETESNEWS (524) Giannicola De Antoniis Bacchetta (462) Creativitá e Innovazione (416) VIDEO (293) FRASE DELLA SETTIMANA (287) extra (141) Michael Hall (131) LIBRI CONSIGLIATI (98) PNL (85) TED (85) teamwork (83) Creatività e Innovazione (79) HBR (45) politica (44) Borsacchio (43) Abraham Maslow (33) BLESSYOU (29) Alfred Korzybski (20) eventi (18) Seth Godin (17) Peter Senge (15) SBROLLA (15) i libri di Susanna (14) Steve Jobs (13) Albert Einstein (12) Richard Bandler (11) il gioco del cervello (11) Lucia Giovannini (9) John Grinder (8) Virginia Satir (8) solidarietà (8) MED (7) Nicola Riva (7) Paolo Conte (7) Randy Pausch (7) Robert Dilts (7) Roseto Sharks (7) ZETEUCI SU ROSETO.COM (7) basket (7) slideshow (7) Aristotele (6) Gregory Bateson (6) Mr. Selfdevelopment (6) Nelson Mandela (6) Walt Disney (6) 24sec. (5) Carlo Maria CIpolla (5) David Byrne (5) Dragos Roua (5) Fabio Celommi (5) Fritz Perl (5) Henry Ford (5) Louise Hay (5) Pick the Brain (5) Bill Gates (4) David Logan (4) Giuseppe Verdi (4) Google (4) IKEA (4) John Lennon (4) John Wooden (4) Killer-Design-System (4) Leo Babauta (4) Martin Luther King (4) Michael Jordan (4) Milton Erickson (4) Pablo Picasso (4) Richard St. John (4) leggi della stupidità umana (4) social network (4) tutta un'altra vita (4) Charles Darwin (3) Chiara Ippoliti (3) Daniel Goleman (3) Daniel Pink (3) Dante D´Alfonso (3) Derek Sivers (3) Edward G. Muzio (3) Giancarlo Alberti (3) Jung (3) Laura Trice (3) Leonardo da Vinci (3) Mihaly Csikszentmihalyi (3) Napoleone (3) Negoziazione (3) Noam Chomsky (3) Oscar Wilde (3) Richard Branson (3) Sir Ken Robinson (3) Socrate (3) The Beatles (3) Tom Heck (3) William Edwards Deming (3) Winston Churchill (3) monkey (3) Ahmed Hakami (2) Alessia Graziani (2) Alexandre Dumas (2) Ali Luke (2) Alison Gopnik (2) Angelo Cioci (2) Antoine Dufour (2) Astrid Morganne (2) Barack Hussein Obama II (2) Barry Schwartz (2) Bart Kosko (2) Benjamin Franklin (2) Buckminster Fuller (2) Buddha (2) Charles Leadbeater (2) Chris Gardner (2) Claudio Bisio (2) Colin Cox (2) Colin Powell (2) Dalai Lama (2) DesJardins (2) Donald Trump (2) Edward de Bono (2) Facebook (2) Forbes (2) Francesco I (2) François de La Rochefoucauld (2) Gail Brenner (2) Gandhi (2) George Bernard Shaw (2) Harry Potter (2) Hidesaburo Kagiyama (2) Ignazio di Loyola (2) James Hillman (2) Jared Diamond (2) Jeff Bezos (2) Jennifer Martin (2) Jim Collins (2) Jim Rohn (2) Joanne Kathleen Rowling (2) John Kenn Mortensen (2) Katsuya Hosotani (2) Luigi Pirandello (2) Malcolm Gladwell (2) Martin Haworth (2) Matteo Renzi (2) Mihalyi Csikszentmihalyi (2) Napoleon Hill (2) Omraam Mikhaël Aïvanhov (2) Oscar Farinetti (2) Osho (2) Pat Metheny (2) Patrizio Di Marco (2) Philip Zimbardo (2) Ralph Waldo Emerson (2) Rives (2) Sam Leader (2) Seneca (2) Simon Sinek (2) Summerhill (2) Tony Hsieh (2) Tony Robbins (2) Tracy Chevalier (2) Victor Frankl (2) Viktor Frankl (2) Vince Lombardi (2) Voltaire (2) Warren Bennis (2) Wayne W. Dyer (2) Wyatt Woodsmall (2) fun theory (2) il sole24ore (2) starbucks (2) workshop (2) 3M Company (1) ALISSA FINERMAN (1) Aaron Beck (1) Abbe Partee (1) Abramo Lincoln (1) Adam Somlai-Fischer (1) Adrian Reynolds (1) AhnTrio (1) Alan Cohen (1) Alan Fayter (1) Albert Ellis (1) Alberto Bagnai (1) Alessandro Di Fiore (1) Alessandro Manzoni (1) Alex Douzet (1) Alexander Lowen (1) Alexis Ohanian (1) Ali Carr-Chellman (1) Alice Stewart (1) Amellia Barr (1) Amma (1) Amy C. Edmondson (1) Amy Tan (1) Anassagora (1) Anders Ericcksson (1) Andrea Bocelli (1) Andreas Dullweber (1) Andrew Bryant (1) Andrew Grove (1) Andy Hobsbawm (1) Angeles Arrien (1) AnnMarie Thomas (1) Anne Lamott (1) Annie Dickinson (1) Antonio Machado (1) Antonio Maurizio Gaetani (1) Apple (1) Arai Restem (1) Archetipi (1) Arthur Benjamin (1) Arthur Rubinstein (1) Arti Marziali (1) Arun Majumdar (1) Astor Piazzolla (1) BGSA (1) Baba Shiv (1) Baltasar Gracian (1) Baltasar Gracián (1) Barcellona (1) Barrie Davenport (1) Bea Fields (1) Benjamin Disraeli (1) Benjamin Zander (1) Beppe Grillo (1) Bertolt Brecht (1) Bertrand Russell (1) Bill Watterson (1) Billy Swan (1) Blaise Pascal (1) Bob Proctor (1) Bobby McFerrin (1) Bruno Boero (1) CLUETRAIN (1) Cameron Russell (1) Caravaggio (1) Carl Rogers (1) Carla Evani (1) Carlos Castaneda (1) Carmine Gallo (1) Cartesio (1) Cesare Di Cesare (1) Cesare Pavese (1) Champoluc (1) Charles Bukowski (1) Charles Gordon (1) Charles Hazlewood (1) Charles Stanley (1) Charlie Chaplin (1) Charlie Gilkey (1) Chesley Sullenberger (1) Chip Conley (1) Chris Emdin (1) Christopher Hitchens (1) Claude Steiner (1) Clayton Christensen (1) Coach DeForest (1) Colin Wilson (1) Dale Dougherty (1) Dan Ariely (1) Dan Gilbert (1) Dan Peterson (1) Daniel M. Wood (1) Daniel Pennac (1) Daniel Tomasulo (1) Daniel Wood (1) Danny Tuckwood (1) Dante Alighieri (1) Dart Fener (1) Dave Brubeck (1) Dave Meslin (1) David Balakrishnan (1) David G. Myers (1) David Grossman (1) David Henry Thoreau (1) David Lynch (1) De Lijn (1) Debora Serracchiani (1) Deborah Keep (1) Dennis Gabor (1) Desmond Tutu (1) Don Draper (1) Don Kelbick (1) Don Sull (1) Donald Calne (1) Douglas A. Ready (1) Douglas Cartwright (1) Dylan Dog (1) Edgar Allan Poe (1) Edgar Lee Master (1) Edoardo Catemario (1) Elizabeth Gilbert (1) Elizabeth Kolber-Ross (1) Ellen Gustafson (1) Elon Musk (1) Emile Zola (1) Emiliano Salinas (1) Enric Sala (1) Enrico Letta (1) Enrico Sassoon (1) Enzo Jannacci (1) Epitteto (1) Ercole Cordivari (1) Eric Hoffer (1) Eric Lenard (1) Erica Chilese (1) Erich Fromm (1) Ernest Newman (1) Ernesto Sirolli (1) Ettore Scola (1) Eurythmics (1) Eva Di Tullio (1) Evan Williams (1) Fabio Fazio (1) Fabio Vallarola (1) Fabio Volo (1) Farid al-Din 'Attar (1) Federico Mana (1) Fjodor. Dostoevskij (1) Forrest Sawyer (1) Fran Burgess (1) Franco Califano (1) Frank Pucelik (1) Franz Kafka (1) Fred Reichheld (1) Friedrich Nietzsche (1) Fritz Perls (1) Frédéric Cozic (1) GIRLEFFECT (1) GZA (1) Gabriela Andersen-Schiess (1) Gaetano Cuffari (1) Galileo Galilei (1) Garr Reynolds (1) Genndy Tartakovsky (1) George De Mestral (1) George Kelly (1) George Kneale (1) George Miller (1) George Orwell (1) Georges Simenon (1) Gerard Hranek (1) Gerard Tellis (1) Giacomo Rizzolati (1) Gianluigi Zarantonello (1) Gianni Rodari (1) Gill Corkindale (1) Gioia (1) Giorgione (1) Giovanni Allevi (1) Giulio Pedicone (1) Giuseppe Calasanzio (1) Gloria Leung (1) Gordon Brown (1) Grace Murray Hopper (1) Graham Hill (1) Grazia Scuccimarra (1) Greg Northcraft (1) H.Q. Roosevelt (1) H.S. Jennings (1) Hal B. Gregersen (1) Harold Wilson (1) Heidi Grant Halvorson (1) Henry O. Dormann (1) Henry Staten (1) Homer Simpson (1) Howard Hughes (1) Howard Rheingold (1) Hulk Hogan (1) Isaac Newton (1) Isabel Behncke (1) Issy Sharp (1) Italo Calvino (1) Itay Talgam (1) Ivan Pavlov (1) Ivano Fossati (1) Ivo Milazzo (1) J. S. Nye Jr. (1) JK (1) Jack Benny (1) James Cameron (1) James Geary (1) James Joyce (1) Jan Carlzon (1) Jane Goodall (1) Jane McGonigal (1) Jason Green (1) Jay A. Conger (1) Jayasree Goparaju (1) Jean-Luc Godard (1) Jeff Haefner (1) Jeffrey Gitomer (1) Jeffrey H. Dyer (1) Jeremy Rifkin (1) Jim Estill (1) Johann Pachelbel (1) John F. Kennedy (1) John F. Smith (1) John Fante (1) John Galliano (1) John King (1) John Lubbock (1) John Maxwell (1) John Shook (1) John Weakland (1) Jordi Canyigueral (1) Jose Antonio Abreu (1) Joseph Chilton Pearce (1) Joseph Nye (1) Jules Renard (1) Julian Treasure (1) KENT NERBURN (1) Kahlil Gibran (1) Karen Thompson Walker (1) Ken Blanchard (1) Kiran Bir Sethi (1) Kirby Ferguson (1) L'AVVOCATO DEL DIAVOLO (1) LAS mobili (1) Lakoff e Jonhson (1) Lance Secretan (1) Lao Tsu (1) Lao Tzu (1) Lau Tzu (1) Legge di Finagle (1) Leibnitz (1) Leonardo Boff (1) Leonardo Sciascia (1) Linda Burstein (1) Linda Hill (1) Lisa Marshall (1) Lord Chesterton (1) Lori Taylor (1) Luca Maggitti (1) Lucio Battisti (1) Lucy Freedman (1) Ludwig Börne (1) Ludwig Josef Johann Wittgenstein (1) Luigi Ponziani (1) Maison Dior (1) Marc Benioff (1) Marcel Proust (1) Marcello Pamio (1) Marcia W. Blenko (1) Marco Aurelio (1) Marco Paolini (1) Margaret Heffernan (1) Margaret Neale (1) Margarita Tartakovsky (1) Marie-Louise von Fran (1) Marilyn Monroe (1) Mario Andrea Rigoni (1) Mario Monti (1) Mark Hooson (1) Mark Howell (1) Mark Pagel (1) Mark Twain (1) Mark Wilson (1) Markus Zusak (1) Marlen Haushofer (1) Martin Seligman (1) Matteo Boniciolli (1) Matthew Child (1) Matthieu Ricard (1) Mauro De Marco (1) Max Wertheimer (1) Meyer e Kirby (1) Michael Breen (1) Michael Bungay Stanier (1) Michael C. Mankins (1) Michael Fred Phelps (1) Michael Pollan (1) Michelangelo Buonarroti (1) Miklos Falvay (1) Misty Copeland (1) Mitt Romney (1) Molly Crockett (1) Moni Ovadia (1) Morten Hansen (1) Mr. Rolihlahla Dalibhunga (1) Muhammad Ali (1) Muriel Spark (1) Nichi Vendola (1) Nick Vujicic (1) Nikola Tesla (1) Nina Jablonski (1) Noreena Hertz (1) Norman Vincent Peale (1) Oliver Wendell Holmes (1) Optimum Mind (1) Otto von Bismark (1) Owen Fitzpatrick (1) Pai Mei (1) Paolo Cardini (1) Patricia Kuhl (1) Patrick Awuah (1) Patrick Hunt (1) Patti Digh (1) Patty Hansen (1) Paul Rogers (1) Paul Romer (1) Paul Watzlawick (1) Paulo Coelho (1) Pavel Florenskij (1) Pepe Rodriguez (1) Peter Crocker (1) Peter Druker (1) Peter Eigen (1) Peter Golder (1) Piero Meldini (1) Pink Floyd (1) Pino Daniele (1) Pippo Lionni (1) Plutarco (1) R. L. Stevenson (1) ROSETO.COM (1) RSA Animate (1) Raghava KK (1) Ramachandran Vilayanur (1) Randall Munroe (1) Re Mida (1) Richard Bach (1) Richard Douglas Fosbury (1) Richard Lavoie (1) Richard Wright (1) Rob Markey (1) Robben Ford (1) Robert Cialdini (1) Robert Cringely (1) Robert Frost (1) Robert Gerrish (1) Robert J. Thomas (1) Robert Kiyosaki (1) Robert Musil (1) Robert Spitzer (1) Robert Thurman (1) Robert and Michele Root-Bernstein (1) Roberto Benigni (1) Roberto Verganti (1) Robin Hood (1) Roger Federer (1) Rollo May (1) Rosa Matteucci (1) Rosabeth Moss Kanter (1) Rowan Atkinson (1) Roy Disney (1) Rudolf Nurayev (1) Rudyard Kipling (1) Ruth Benedict (1) Saffo (1) Sai Baba (1) Sally Kohn (1) Salman Khan (1) Salvatore Natoli (1) San Francesco (1) Sarah White (1) Sean Conrad (1) Sean Murray (1) Sebastian Guerrini (1) Sebastiano Maffettone (1) Sergio Caputo (1) Shakespeare (1) Shashi Tharoor (1) Sherlock Holmes (1) Silicon Valley (1) Stefan Sagmeister (1) Stephen Cave (1) Stephen Covey (1) Steve Karpman (1) Steven Pressfield (1) Susan Jeffers (1) TRECCANI (1) TalentZoo (1) Tangram (1) Tarzan (1) Tata Lucia (1) Thandie Newton (1) Thomas Alva Edison (1) Thomas Edison (1) Thomas Jefferson (1) Thomas Moore (1) Tim Bajarin (1) Tim Berners-Lee (1) Tim Goodenough (1) Timothy Ferriss (1) Timothy Prestero (1) Titti Stama (1) Tom Wujec (1) Tommaso Cerno (1) Tonino Carotone (1) Tony Buzan (1) Tony Hayward (1) Tony Schwartz (1) Totò (1) Tracy O'Connor (1) Tracy O’Connor (1) Trilussa (1) Uma Thurman (1) Vasco Rossi (1) Virgin Mary (1) Virginia Woolf (1) WWF (1) Walt Whitman (1) Walter Bonatti (1) William Blake (1) William Butler Yeats (1) William James (1) William Somerset Maugham (1) William Ury (1) Winnie the Pooh (1) Wystan Hugh Auden (1) Xerox (1) Yang Lan (1) Yoda (1) Yum Yum (1) Zaz (1) Zecharia Sitchin (1) Zenone (1) Zig Ziglar (1) blender (1) fras (1) fratelli Wright (1) iO Tillett Wright (1) john Stuart Mill (1) leader (1) pensiero positivo (1) re del Bhutan (1) rugby (1) santi (1) save the children (1) twitter (1) vivizen (1)